Che cosa è l’Archviz?

È la creazione di immagini fotorealistiche per vivere un'esperienza della realtà prima della sua costruzione

5′ di lettura

Strumento di comprensione

Oggi c’è ancora molta confusione sul cosa sia, in quali attività consista e perché utilizzare simile tecnica.

Archviz, che d’ora in poi chiameremo visualizzazione architettonica o render fotografico, è uno strumento di rappresentazione che permette la costruzione di immagini fotorealistiche ma non solo. È uno strumento adatto a diversi scopi e attività, è una strategia di marketing, è la costruzione di un’esperienza comprensibile per il fruitore tramite la traduzione Realistica di informazioni.

È ciò che consente di rendere l’idea di cosa sarà il risultato finale dei lavori, un progetto realmente comprensibile accessibile per chi lo visiona. Per questo motivo sempre più studi di architettura e ingegneria decidono di implementare questo vantaggio al loro interno.

Strumento di comunicazione

Fare un render fotografico significa mixare capacità tecniche e creative, raccogliere informazioni tramite fonti diverse (schizzi, disegni cad, pdf, Pinterest, foto casuali da Internet, modelli sketchU) e tradurle in comunicazione verso l’utente. Le applicazioni sono svariate dalla realizzazione di fotorealistiche, a modelli e stampe, sino ad animazioni per esperienze virtuali. Nonostante possa apparire di difficile realizzazione, questa tecnica è tanto sviluppata da avere un grande background e dunque tante pubblicazioni e corsi per tutti coloro che volessero approcciarvisi. Uno dei corsi che offriamo si rivolge proprio allo sviluppo di questa metodologia di lavoro (vedi corso su 3ds Max V-Ray).

 

Il modello 3D così costruito presenterà giochi di luce (riflessioni e rifrazioni) e materiali oltre che i tradizionali elementi (forme, volumi e colori). Grazie a ciò è possibile la riproduzione fedele della realtà. La ricerca del realismo non è però fine a sé, in tal senso è possibile affermare che lo scopo sia far visualizzazione un sogno. Non solo iperrealismo ma qualcosa in più, una costruzione creativa che comprende e include un sistema di valori, desideri, aspirazioni e credenze, una connessione emotiva.
La visualizzazione architettonica come obiettivo di marketing, come strategia è ciò che consente immediata comprensione e alto engagement. Un successore del Realismo strategico, accessibile e comprensibile.

Step di lavoro nella costruzione di un'immagine fotorealistica

Strumento derivato dall'arte: pittura e fotografia

Una tecnica recente ma con un solido passato da cui trarre regole, insegnamenti e metodi di lavoro.
I render fotografici riprendono la pittura perché questa inizialmente abbozza tramite l’impiego di pennellate decise per poi passare alla cura dei dettagli. In tal modo lavora uno dei software più utilizzati in questo ambito, V-Ray dipinge la luce indiretta in modo sempre più accurato.
La visualizzazione architettonica riprende anche la fotografia perché nel creare una scena si passa dall’inquadrare un modello (come si farebbe con una reflex), dunque al bilanciamento delle luci e alla misurazione del tempo di esposizione, infine alla correzione del colore come nella post-produzione fotografica.

user avatar

Michele Ramella Ottaviano

Sono un designer, 3D visualizer e trainer, con sede a Torino, Italia. Con oltre 10 anni di esperienza professionale nel settore della visualizzazione architettonica lavoro con grande attenzione ai dettagli e realismo creando la migliore visualizzazione possibile.

Iscriviti alla newsletter MRO
Altri articoli di Michele Ramella Ottaviano
Errore di validazione. Controlla i campi e invia nuovamente.
Grazie mille! La richiesta è stata presa in carico.